RayBandasoleit.com | BACOLI SIBILLA 1925, IL PRESIDENTE CAPUANO:”FAREMO UNA GRANDE SIBILLA ANCHE IN ECCELLENZA”

Al triplice fischio finale quest’oggi finalmente la Sibilla Bacoli può dire di aver vinto il campionato di promozione. Tante le lacrime di gioia tra tifosi, addetti ai lavori, calciatori ed anche il presidente Capuano era profondamente commosso nonostante avesse gli occhiali da sole trapelavano i suoi occhi lucidi, gli occhi di un uomo che può dire di aver vinto anche lui la sua sfida: due promozioni di seguito in soli due anni! Tra un gavettone ed un altro il patron del sodalizio flegreo ci rilascia una interessante intervista
•Ad agosto era stato realizzato un progetto per vincere, successivamente gli scenari sono mutati perché siete rimasti voi e Carannante. Si sarebbe mai aspettato di arrivare fino a qui nonostante i cambiamenti societari e di rifare squadra a campionato iniziato?
“Inizialmente c’erano altre persone in società che poi sono andate via per diversi motivi da quel momento io e Tommaso abbiamo preso le redini in mano della situazione ed abbiamo sistemato tutto e infatti le cose sono andate benissimo fino ad arrivare ad oggi alla vittoria del campionato”
•In soli due anni è avvenuto il doppio passaggio cosa rappresenta questo per Bacoli ma soprattutto per lei?
“Qualche merito noi società abbiamo il diritto di prenderlo in virtù del fatto che vincere due campionati di seguito non è facile, anzi è difficilissimo! Ma forse la nostra forza è stata quella di essere una famiglia più che una squadra iniziando dal magazziniere fino ad arrivare a me, ecco credo che questa sia la carta vincente!”
•La società della Sibilla è costituita da lei e Tommaso Carannante, cosa si sente di rispondere agli scettici che non credono in questo duo?
“Avrei tanto da dire a riguardo ma penso che siano state proprio queste persone ad essere la nostra forza, i calcolatori lo staff la dirigenza ognuno ha fatto la sua parte ma ringraziamo anche le persone che non credevano in noi perché loro ci hanno dato quella spinta in più per vincere!”
•Nell’organigramma societario Pino Tammaro riveste il doppio ruolo di segretario e direttore sportivo pensa di apportare modifiche in vista del campionato d’eccellenza che l’attende?
“Pino é un pilastro di questa società oltre ad essere un uomo eccezionale, ma poi sa fare tutto dal segretario al direttore inoltre lo dico sempre a Tommaso Carannante che per vincere o andare avanti non servono i ‘marpioni’ ossia i vecchi del calcio convinti di saper far tutto loro, ci vogliono le persone umili come Pino Tammaro.”
•Un plauso va oltre che ad i ragazzi anche e soprattutto a mister De Stefano che ha conseguito tale risultato. Pensa di continuare a dare fiducia a questo tecnico per il prossimo anno?
“Plauso grosso va al mister che è stato capace di costruire un gruppo mai visto forse così unito, anche nei periodi negativi ha cercato sempre di trasmettere fiducia ad i ragazzi. Per quanto riguarda ogni tipo di riconferma che sia tecnica o altro, sono una persona che in un’ora decide tutto quindi per adesso nulla deciso!”
•Che si vinca o perda il merito o demerito si divide sempre ma uno strappo alla regola per bomber Mazzeo lo si può fare. Secondo lei cosa rappresenta Marco per Bacoli?
“Marco Mazzeo per me oltre ad essere un calciatore, che non scopro io oggi, per me è un uomo a 360 gradi. È un ragazzo che ogni giorno arriva un’ora prima al campo e va via anche un’ora dopo, si mette a disposizione degli under , tiene gruppo. Ogni giovedì devono andare a mangiare tutti insieme per fare amalgama. Io a Marco gli voglio bene come a un figlio oramai non mi posso nascondere”
•Immaginiamoci tra 365 giorni: Bacoli può sognare la serie D?
“Ci proveremo, costruiremo una squadra per vincere il campionato poi si sa i campionati sono sempre arduo da vincere ma noi a vincere ci siamo abituati quindi abbiamo imparato come si fa!”

Ufficio Stampa Bacoli Sibilla 1925

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *